Questo sito utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l’esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti all'uso di questi cookies. 

fbyoutube1

A scuola Senza Zaino: una giornata tipo

di Antonella Pasqualetti, Giuseppina Pisani e Piera Scappini, insegnanti di scuola Senza Zaino, Montespertoli, Firenze

La campanella suona solo all’inizio e al termine della mattinata in modo da non disturbare le lezioni. I bambini entrano in classe e, dopo aver salutato l’insegnante ed i compagni, si siedono e cantano la canzone “mascotte”, precedentemente scelta da loro; al termine ciascun responsabile del tavolo mette le presenze con un simbolo su un pannello.

Questi sono alcuni ritiche scandiscono e rallegrano la giornata. L’insegnante si siede e, con un tono di voce moderato, espone il programma della mattinata già presente nell’aula nel planning settimanale. Questo aiuta i bambini a sciogliere le ansie del “dopo che succederà”. I responsabili dei materiali, uno per ogni tavolo, predispongono l’occorrente per le attività. L’insegnante invita i bambini a predisporsi all’ascolto girando la sedia verso di lei (modalità della giostra) ed illustra le attività: 2 tavoli lavorano in autonomia esercitandosi individualmente, a coppie o in piccoli gruppi scambiandosi l’attività dopo 30 minuti, mentre gli altri 2 tavoli lavorano in un primo momento con l’insegnante per un’attività di avanzamento, per poi continuare in autonomia. Al termine, i responsabili del tavolo (materiale e ambiente) si occupano del riordino e della pulizia dei tavoli per l’intervallo.

Mantenere l’ambiente in cui si trascorrono tante ore, ordinato, pulito e bello nella misura del possibile, parlare uno alla volta, favorire la cooperazione emulativa, evitare il fare per il fare, decidono della qualità pedagogica di una classe. E’ gratificante constatare quanto i bambini apprezzino tutto questo: il senso di sicurezza che ne ricavano permette loro di vivere la scuola con fiducia e serenità. Dopo l’intervallo proseguono le attività concordate secondo le stesse modalità.

I bambini, durante la giornata, possono scegliere di svolgere alcune attività nei laboratori e negli angoli esterni attrezzati che assolvono a scopi di decentramento didattico nel rispetto dei tempi individuali di apprendimento. Anche l’agorà, una pedana resa accogliente da colorati cuscini, offre la possibilità di gustare in quiete una pagina di un libro coinvolgente.

E’ importante organizzare e regolare anche i momenti che si svolgono prima, dopo e durante le lezioni vere e proprie come mensa, intervallo, entrata e uscita affinché risultino parte integrante nel percorso formativo, in termini di autonomia e responsabilità. Lo svolgimento sereno di tali attività intermedie ha ripercussioni decisive sul clima in classe e quindi sui risultati scolastici.

Contatti

Istituto capofila della Rete Senza Zaino 

Istituto Comprensivo Statale "G. Mariti"

              Corso della Repubblica 125, 56043 Fauglia, Pisa
                        Telefono 050650440 fax 050650723

Email: senzazaino.scuola.comunita@gmail.com

Sostenitori e Partner

LogoRegioneToscana        logoFondazioneCrl         2009 04 3 11 43 17

 

Joomla templates by Joomlashine